Golf Gerre Losone

Introduzione

Il campo da golf a 18 buche championship Golf Gerre Losone misura, con par 71, 6250 metri. Il percorso è immerso in un paesaggio naturale, unico e tipicamente ticinese, situato in una vallata fiancheggiata dalla Valle Maggia e dalle Centovalli, che dista solo un paio di drive dal Lago Maggiore. Il campo è prevalentemente pianeggiante e adatto a giocatori di qualsiasi livello.

 

 

continua »»
  • map_hd.jpg Birdie Book
    • TEE white Par 71 CR 73.4 SR 136 OUT 2931 IN 3319 TOT. 6255m
    • TEE yellow Par 71 CR 70.6 SR 128 OUT 2704 IN 3047 TOT. 5751m
    • TEE blue Par 71 CR 74.3 SR 139 OUT 2519 IN 2859 TOT. 5378m
    • TEE red Par 71 CR 72.2 SR 131 OUT 2346 IN 2683 TOT. 5029m
  • Buca 1 Par 5  .  Hcp 10
    white
    460 m
    yellow
    434 m
    blue
    408 m
    red
    375 m

    Peter Harradine, architetto del Golf Gerre Losone:

    Un facile dogleg a destra, e il più corto par 5 di questo campo – una buca relativamente facile, per cominciare. Si richiede attenzione al fuori limite, che conduce sul lato destro sull’intera lunghezza della linea. Altrimenti a destra prima del green c’è un bunker fairway lungo 70 metri, e a sinistra prima del green un bunker greenside, che al massimo hanno lo scopo di non far perdere nessuna palla. Una buca relativamente facile, persino la possibilità di partire con un birdie.

    Anaïs Maggetti, Playing Proette al Ladies European Tour:

    Il drive deve essere piazzato sul lato sinistro del fairway, a destra il rischio significa un fuori limite. Si può colpire il green con il secondo tiro, il tiro però non è davvero facile, poiché a sinistra vicino al green è in agguato un bunker, e a destra come sempre è fuori limite. Se ci si decide per un lay up, la palla dovrebbe cadere circa 100 metri prima del green, dove il fairway è al massimo della sua ampiezza.

  • Buca 2 Par 3  .  Hcp 18
    white
    136 m
    yellow
    116 m
    blue
    109 m
    red
    97 m

    Peter Harradine, architetto del Golf Gerre Losone:

    Un par 3 corto, con bunker sul lato frontale e posteriore del green. Il grande green dovrebbe essere abbastanza facile da colpire. Se la palla non atterra nel bunker dietro il green, il par dovrebbe essere assicurato.

    Anaïs Maggetti, Playing Proette al Ladies European Tour:

    Un par 3 facile: un grande green, con poco dislivello.

  • Buca 3 Par 5  .  Hcp 4
    white
    519 m
    yellow
    489 m
    blue
    449 m
    red
    429 m

    Peter Harradine, architetto del Golf Gerre Losone:

    Questo par 5 è molto più difficile della prima buca: più lunga e richiede un drive preciso. Il green non si raggiunge in due colpi: è necessario un lay up. In base alla posizione della bandierina si può giocare il bunker sul lato sinistro, dietro il green.

    Anaïs Maggetti, Playing Proette al Ladies European Tour:

    Sul lato destro ci attende il confine dell’uscita: io gioco comunque il secondo colpo sul lato destro, sopra il limite del terreno. Il green su due piani è lungo e stretto. Se non lo si prende, allora meglio passare sul lato destro: il chip da qui si gioca più facilmente.

  • Buca 4 Par 3  .  Hcp 16
    white
    153 m
    yellow
    129 m
    blue
    115 m
    red
    109 m

    Peter Harradine, architetto del Golf Gerre Losone:

    Un par 3 che sembra facile con un bunker grande, che protegge la parte anteriore del green. Se si colpisce troppo lungo, questo par può diventare sorprendentemente difficile. 

    Anaïs Maggetti, Playing Proette al Ladies European Tour:

    Un par 3, leggermente in salita. Il green è molto difficile, inclinato in avanti. La cosa migliore: piazzare la palla davanti alla bandierina, per poter giocare il putt in salita.

  • Buca 5 Par 4  .  Hcp 8
    white
    338 m
    yellow
    310 m
    blue
    292 m
    red
    270 m

    Peter Harradine, architetto del Golf Gerre Losone:

    Un par 4 corto, prima di colpire bisogna assolutamente essere determinati. Qui serve assolutamente il driver, ma si deve piazzare il colpo in maniera intelligente. Il green è ben protetto – acqua nella parte anteriore e dietro, a destra il terreno è in discesa. Su questo terreno di gioco è richiesta la precisione – dal tee e dal fairway.

    Anaïs Maggetti, Playing Proette al Ladies European Tour:

    Un par 4 delicato, non eccessivamente lungo ma dove piazzare la palla in modo giusto. Io gioco il drive sul lato sinistro del fairway: almeno otticamente l’uscita del secondo colpo diventa più facile. Il green su due livelli è davanti, a sinistra e difeso dall’acqua. La variante più sicura è quella di giocare la palla al centro del green per assicurarsi una possibilità di entrare in buca in due putt.

  • Buca 6 Par 4  .  Hcp 6
    white
    434 m
    yellow
    406 m
    blue
    382 m
    red
    357 m

    Peter Harradine, architetto del Golf Gerre Losone:

    Questo grande par 4 è un leggero dogleg verso destra. Se si riesce a piazzare il drive a sinistra, è più facile raggiungere il green col secondo colpo. I colpi non precisi sono puniti sul lato sinistro del green da bunker e acqua. Il green è su due livelli – se si vuole giocare un par facile, la palla deve essere piazzata col secondo colpo sul lato corretto del green. La buca dal teebox sembra facile, ma giocare par qui non è così facile.

    Anaïs Maggetti, Playing Proette al Ladies European Tour:

    Su questo par 4 lungo metto il drive sul lato destro del fairways, per ottenere una vista migliore sul green – grande e distribuito su due livelli.

  • Buca 7 Par 3  .  Hcp 14
    white
    177 m
    yellow
    140 m
    blue
    130 m
    red
    114 m

    Peter Harradine, architetto del Golf Gerre Losone:

    Coi suoi 177 metri è il par 3 più lungo del campo. Il green è circondato da collinamenti, difeso dall’acqua davanti e a sinistra. La scelta giusta del ferro è qui particolarmente importante.

    Anaïs Maggetti, Playing Proette al Ladies European Tour:

    Un par 3 delicato – lungo e con molta acqua prima del green. Il green, grande, ha numerosi dislivelli. Prima del colpo guardo molto attentamente dove si nasconde la bandierina. Allora decido quale ferro giocare, per ottenere un putt il più facile possibile.

  • Buca 8 Par 4  .  Hcp 12
    white
    312 m
    yellow
    290 m
    blue
    273 m
    red
    255 m

    Peter Harradine, architetto del Golf Gerre Losone:

    Con solo 312 di lunghezza, questo è il par 4 più corto di questo campo. Sul lato destro del fairway un torrente scorre su tutta la lunghezza della linea di gioco. Sul lato sinistro vicino al fairway sono inserite delle piante: quindi è necessario colpire con precisione, per mettere in gioco la palla. Prima del green il torrente incrocia il fairway, quindi ancora una volta si richiede un colpo preciso per condurre la palla sul green e vicino alla bandierina. La otto è il più corto par 4 del campo, ma definitivamente non il più semplice.

    Anaïs Maggetti, Playing Proette al Ladies European Tour:

    Qui gioco la palla colpendola sul lato sinistro del fairway, là dove esso è poco più largo. Il colpo sul green è relativamente facile, il green sale dal dietro, allora preferisco colpire corto, per ottenere un putt in uscita.

  • Buca 9 Par 4  .  Hcp 2
    white
    413 m
    yellow
    390 m
    blue
    361 m
    red
    340 m

    Peter Harradine, architetto del Golf Gerre Losone:

    Un part 4 lungo, con un torrente sul lato destro, che a metà verso il  green si trasforma in un lago. Il green è ondeggiato, richiede quindi un secondo colpo esatto – altrimenti si minacciano tre putt, su questo grande green.

    Anaïs Maggetti, Playing Proette al Ladies European Tour:

    Con un drive al centro del fairway si ottiene la vista migliore sul green. Se si atterra col drive troppo a sinistra, la vista sul green è nascosta da avvallamenti. Il green in sè è molto grande e su due livelli.

  • Buca 10 Par 4  .  Hcp 9
    white
    356 m
    yellow
    335 m
    blue
    319 m
    red
    297 m

    Peter Harradine, architetto del Golf Gerre Losone:

    Un dogleg corto verso sinistra – alberi nel dogleg fanno però da schermo. Sul lato destro del fairway scorre un torrente, che prima del green sbocca in un lago. La chiave del successo è posta in questa buca nel piazzamento del drive – un colpo preciso dovrebbe essere ricompensato da un facile par.

    Anaïs Maggetti, Playing Proette al Ladies European Tour:

    Un par 4 molto lungo, ostacolato dall’acqua sul lato destro. Il fairway sul lato destro è più largo di quanto sembri alla vista: se si piazza il drive sul lato destro, gli alberi non disturbano il tiro al green. Il green stesso sale da dietro, meglio giocarlo sul lato sinistro – a destra l’acqua diventa un ostacolo minaccioso.
     

  • Buca 11 Par 3  .  Hcp 17
    white
    147 m
    yellow
    116 m
    blue
    100 m
    red
    94 m

    Peter Harradine, architetto del Golf Gerre Losone:

    Il  par 3 più cortodel campo non è una buca facile: bisogna giocarla sopra l’acqua. Inoltre dietro il greenlo spazio è poco. Con un colpo preciso dovrebbe essere possibile un par o persino un birdie.

    Anaïs Maggetti, Playing Proette al Ladies European Tour:

    Un par 3 corto con acqua davanti e a destra del green. Il green è avvallato, se si gioca il colpo al centro del green si può fare un par.

  • Buca 12 Par 4  .  Hcp 13
    white
    309 m
    yellow
    290 m
    blue
    274 m
    red
    255 m

    Peter Harradine, architetto del Golf Gerre Losone:

    Un par 4 corto con dogleg a sinistra. Chi ama tirare lungo cercherà di giocare al lato sinistro del fairway, sopra gli alberi, per atterrare più vicino al green. Un tiro troppo corto può risultare difficile sul lato sinistro del fairway – dove l’insidia significa bunker, alberi e collina. Inoltre nonè proprio necessario di assumersi tale rischio sul lato sinistro, il fairway è molto largo. Il green è difeso dal bunker, che potrebbe riservare problemi al secondo tiro.

    Anaïs Maggetti, Playing Proette al Ladies European Tour:

    Un par 4 corto – il drive lo gioco al lato destro del fairway, per avere una buona vista sul green. Il green non è molto grande, risale da dietro e davanti e a destra è protetto con bunker.

  • Buca 13 Par 4  .  Hcp 3
    white
    434 m
    yellow
    401 m
    blue
    381 m
    red
    354 m

    Peter Harradine, architetto del Golf Gerre Losone:

    434 metri per il par 4 più lungo di questo campo da golf. Il fairway è abbastanza stretto, con un leggero legdog a destra. Attenzione: a sinistra l’insidia è un fuori limite. Il bunker sul lato destro del green non dovrebbe provocare problemi – vale a dire, la bandierina è posta vicina al bunker. La buca è lunga e snella, pertanto anche valutata la più difficile di questo campo – un par qui in certe circostanze può sembrare un birdie.

    Anaïs Maggetti, Playing Proette al Ladies European Tour:

    In questo par 4 lungo il drive deve atterrare al lato sinistro del fairway. Il secondo colpo è comunque molto difficile – il green è su due livelli, circondato da piccoli avvallamenti.

  • Buca 14 Par 4  .  Hcp 5
    white
    411 m
    yellow
    385 m
    blue
    358 m
    red
    341 m

    Peter Harradine, architetto del Golf Gerre Losone:

    Un par 4 lungo e vasto, ma con un ampio fairway e un leggero dogleg verso sinistra. La più grande difficoltà qui è la lunghezza della linea di gioco – chi ama il tiro lungo ha un vantaggio.

    Anaïs Maggetti, Playing Proette al Ladies European Tour:

    Questo lungo par 4 ha un fairway ampio. Gioco il drive sul lato destro, in tal modo ho una vista migliore sul green e il secondo tiro è più facile. Il green è invece più piccolo e pianeggiante – se lo si gioca al centro, vi è una buona la possibilità di imbucare con un putt.

  • Buca 15 Par 5  .  Hcp 11
    white
    526 m
    yellow
    472 m
    blue
    446 m
    red
    418 m

    Peter Harradine, architetto del Golf Gerre Losone:

    Coi suoi 527 metri questo è il par 5 più lungo del campo. Questa buca richiede precisione, il fairway è abbastanza stretto e lo diventa sempre di più, avvicinandosi al green. Il green è difeso da un bunker: potrebbe essere facile terminare in bogey.

    Anaïs Maggetti, Playing Proette al Ladies European Tour:

    Questo par 5 ha un fairway inizialmente abbastanza ampio, che però verso il green si stringe notevolmente. Il drive lo gioco sulla metà sinistra del fairway. Col secondo colpo si dovrebbe atterrare appena prima o dopo la marcatura dei 100 metri, là dov’è il punto più largo del fairway. Il green è stretto e difeso da un bunker.

  • Buca 16 Par 4  .  Hcp 7
    white
    410 m
    yellow
    370 m
    blue
    345 m
    red
    323 m

    Peter Harradine, architetto del Golf Gerre Losone:

    Questo par 4 si può presentare come molto complicato. E’ importante precisione dal tee, per compensare le difficoltà sul lato destro e sul bunker sul lato destro. A destra del green crea insidia un’altro bunker, che vigila sul green e richiede un secondo colpo preciso. Solo chi saprà piazzare le proprie palle in modo esatto, realizzerà il par.

    Anaïs Maggetti, Playing Proette al Ladies European Tour:

    Una delle buche più difficili del campo. Già il tiro è delicato, siccome a sinistra del fairway crea insidia la collina e a destra il bunker. Dal teebox quindi la cosa migliore è mirare prima del bunker sul lato destro o colpire la palla a sinistra sopra la collina, allo scopo di un secondo tiro più corto. Il green è largo, ma non profondo e difeso sul lato destro da un bunker. La cosa migliore è di giocare il green al centro – diventa difficile giocare un chip su questa buca.

  • Buca 17 Par 4  .  Hcp 15
    white
    323 m
    yellow
    300 m
    blue
    281 m
    red
    263 m

    Peter Harradine, architetto del Golf Gerre Losone:

    Un par 4 corto, con una zona di atterraggio aperta. Sulla seconda metà del fairway entra in gioco a sinistra un torrente. Il green è difeso davanti da due bunker. Esso è relativamente piatto, un buon avvicinamento dovrebbe quindi aprire la possibilità per un birdie. Anche le colline intorno al green sono piuttosto concilianti che punitive, esse lasciano spesso rotolare indietro sul green le palle smarrite.

    Anaïs Maggetti, Playing Proette al Ladies European Tour:

    Il fairway di questo par 4 corto è largo, il drive quindi abbastanza facile. Il green è su due livelli, difeso davanti e a sinistra dal bunker.

  • Buca 18 Par 4  .  Hcp 1
    white
    409 m
    yellow
    378 m
    blue
    355 m
    red
    337 m

    Peter Harradine, architetto del Golf Gerre Losone:

    Con una lunghezza di 409 metri, è un par 4 impegnativo. Dalla zona di tiro il fairway è aperto, la zona di atterraggio ampia. Al secondo colpo sul lato destro entra in gioco il lago. Esso colpisce molto otticamente, e si spinge sino a davanti al green, che davanti e a sinistra è difeso dal bunker.

    Anaïs Maggetti, Playing Proette al Ladies European Tour:

    Una delle buche più belle del campo – ma lunga e difficile. Sul lato sinistro e davanti al green crea insidia l’acqua, pertanto colpisco sempre il drive sul lato destro del fairway. Il green è su due livelli e molto grande – protetto inoltre da bunker e acqua. Le auguro un buon gioco, e tanto divertimento sul «mio» campo da golf.
     

FlyOverGreen
Guarda il video dal drone